Erezione e ureaplasma, Infertilità maschile, lo sai che infezioni a trasmissione sessuale possono causarla?


erezione e ureaplasma

Vengo a Lei per un problema di disfunzione erettile. Mio marito non riesce a mantenere l'erezione la maggior parte di volte, altre non la raggiunge.

Condividi: Spermiocoltura Capita sempre più di frequente di imbattersi in uomini con problemi di infertilità dovuti a infezioni di origine batterica. Si tratta spesso di patologie asintomatiche, scoperte solamente in occasione di un desiderio di paternità che stenta a concretizzarsi. Le capacità riproduttive nell'uomo sono in calo: negli ultimi due decenni è stata riscontrata una diminuzione della quantità media degli spermatozoi prodotti con un significativo calo della motilità. Quantità e motilità sono anche tra i due indicatori più importanti che possono dare delle informazioni utili sulle capacità riproduttive in un uomo.

Ci siamo già rivolti a diversi andrologi ed urologi senza nessun successo! Il penultimo di questi visto che aveva dei valori bassi di testosterone libero, gli aveva prescritto del testoviron, una puntura al mese x tre mesi.

Minzione frequente nelle donne durante la gravidanza

L'erezione era notevolmente migliorata ma quando ha smesso di fare le iniezioni tutto è tornato come prima. L'andrologo quindi gli ha nuovamente prescritto il cialys come avevano fatto erezione e ureaplasma suo predecessori. In seguito ci siamo rivolti ad un centro per l'infertilità in quanto abbiamo scoperto che è anche affetto da oligo astenoteratozoospermia e ci hanno indirizzato da un altro andrologo del centro.

erezione e ureaplasma

Questi ci ha prescritto una serie interminabile di esami asserendo che non era possibile che un uomo di 34 anni dovesse prendere del cialys per tutta la vita, che doveva esserci una causa al problema! Abbiamo speso un patrimonio visto che certi esami non sono nemmeno mutuabili nel centro in cui ci hanno detto di farli e ieri siamo andati a mostrarglieli.

Ha eseguito: Velocimetria doppler: non reflussi patologici bilateralmente, rmn sella turcica niente di anomaloecografia testicolare nulla di anomalo ed esami del sangue: fsh, lh,prolattina,testosterone totale,libero,dheas,shbg,e2, hba1c,tsh,t3,t4,ast,alt,fa,gammagt, bilirubina totale e frazionata, glu6pdh, emocromo, cariotipo da linfociti periferici risultati normalestudio molecolare per fibrosi cistica non portatorestudio molecolare per microdelezioni cromosoma Y tutto o.

Ha detto solamente di ripetere l'esame per il diabete per vedere che non sia leggermente diabetico!

Indicazioni valide per ridurre il rischio di contrarre le Malattie a Trasmissione Sessuale

Inoltre è risultato positivo all'ureaplasma urealiticum ed al micoplasma hominis abbiamo fatto tutti e due terapia con antibiotico veclam e abbiamo già ripetuto esami delle urine ed ora è tutto o.

Dovevamo eseguire anche power color doppler dinamico penieno che ci siamo rifiutati di fare in quanto in un primo momento l'andrologo ci aveva detto che lo avremmo dovuto effettuare se c'era qualcosa di anomalo invece poi ha asserito di eseguirlo! Il medico ci ha candidamente risposto che non avendo un problema dal punto di vista organico, mio marito dovrà prendere del cialys per tutta la vita e magari provare ad affidarsi ad un psicosessuologo!

erezione e ureaplasma

Mi sono cadute le braccia poichè siamo tornati allo stesso punto di tre anni fa, con la prima diagnosi! Cortesemente ci potrebbe scrivere cosa ne pensa?

Tempi di incubazione e contagio per ureaplasma parvum Tempi test sifilide Salve, 39 giorni fa ho avuto un rapporto non ureaplasma parvum erezione uomo vs con una ragazza. Mi sono fatto prescrive il test dal mio medico, anche se Riccardo Scotto. Buonasera, I tempi sono già maturi per effettuare gli esami per la sifilide da lei indicati. Provveda al più presto!

E' utile che ci rivolgiamo ancora erezione e ureaplasma un altro andrologo o meglio rivolgersi direttamente ad un psicosessuologo? Mi potrebbe dare dei nominativi nella pv.

In questo caso il virus HBV ha quindi determinato una infezione acuta che tuttavia non è suscettibile di cronicizzazione. Il virus viene trasmesso attraverso fluidi corporei quali sangue, liquido seminale e secrezioni vaginali.

Grazie in anticipo per la cortese risposta.