Scarsa erezione dopo la malattia. Disfunzione erettile, un campanello d'allarme per la salute del cuore? - Humanitas News


scarsa erezione dopo la malattia perché il pene è costantemente in piedi

La disfunzione erettile - a soffrirne è un uomo su due, dopo i 40 anni e il disturbo è legato anche all'invecchiamento - è uno spauracchio per i maschi italiani. Ma la disfunzione erettile va considerata da subito, dal momento che è a tutti gli effetti un campanello d'allarme per la salute cardiovascolare.

Quali solo le cause della disfunzione erettile?

Una correlazione che è tanto più accentuata quanto più è giovane la persona che ne soffre. Per questo, ai primi sintomi, è importante rivolgersi a un medico per accertare subito la presenza di ulteriori patologie.

scarsa erezione dopo la malattia sensazione di erezione incompleta

Lo dicono i numeri, inequivocabili, ma anche la nostra quotidianità. A ogni visita richiesta per risolvere un problema urologico come la disfunzione erettile, nella grandissima maggioranza dei casi il paziente è in sovrappeso o obeso, ha la pressione alta, il colesterolo alle stelle e in molti casi un diabete di tipo 2 non diagnosticato.

Nonostante vi siano in alcuni casi cause in parte genetiche, a farla da padrone sono una dieta ricca di zuccheri semplici e grassi associati ad uno stile di vota non sano, sedentarietà, vizio del fumo di sigaretta, a determinare la comparsa della sindrome metabolica. I farmaci da assumere per via orale rappresentano una prima terapia molto comune per il trattamento della disfunzione erettile, ma non funzionano allo stesso modo per tutti.

Circa la metà degli uomini affetti ne interrompe frequentemente l'assunzione o lamenta che la pillola non agisca adeguatamente.

scarsa erezione dopo la malattia alimentazione per il pene

Twitter fabioditodaro.