Sifilide sul pene, Cos'è la sifilide


A livello mondiale, è la terza più diffusa Ist di tipo batterico dopo la clamidia e la gonorrea. Trasmissione La sifilide si trasmette attraverso qualsiasi tipo di rapporto sessuale vaginale, anale e orale e con il sangue. La sifilide si sviluppa secondo diversi stadi.

Ma, evitando di farci prendere dal panico, vediamo insieme in cosa consiste, quali sono i sintomi, come si trasmette, come si cura e quali sono le complicanze. Cos'è la sifilide La sifilide è una malattia provocata da un batterio, il Treponema pallidum, che mostra i suoi sintomi sulle mucose genitali e sulla bocca. Ne esistono di tre tipologie primaria, secondaria e terziaria che variano a seconda della gravità dei sintomi.

sifilide sul pene

Come si trasmette Il contagio avviene tramite contatto diretto con le lesioni che si manifestano con la malattia e per questo è facilmente trasmissibile durante i rapporti sessuali non protetti. Quali sono i sintomi Fase primaria: dopo un periodo di incubazione di settimane, compaiono sul corpo le prime lesioni e si tratta di ferite tonde sifiloma sulle piccole labbra, l'ingresso vaginale e il perineo, per le sifilide sul pene, sul pene, l'ano e il prepuzio, per gli uomini.

Ma anche all'interno della bocca, sulla lingua e le gengive. Fase secondaria: a questo punto si aggiungono screpolature simili a quelle del morbillo, sulle mani, i piedi, gli arti e il tronco.

sifilide sul pene

Fase terziaria rarissima : nei casi più gravi, a distanza di mesi e anni, possono comparire disturbi neurologici, ossei o cardiologici. Diagnosi, cura e prevenzione Bastano i test seriologici per diagnosticare la presenza del batterio.

sifilide sul pene

In caso di contagio, la cura è antibiotica penicillina. È importante, per quanto possa sembrare imbarazzante, avvisare i partner precedenti in modo da ridurre il rischio di contagio a macchio d'olio.

Quanto alla prevenzione, il metodo migliore è l'utilizzo di preservativi.

Sifilide